La Foresta Nera e il Lago di CostanzaQuando si pensa a Stoccarda, si pensa immediatamente anche alla sua più grande bellezza naturale, la Foresta Nera, la magica Schwarzwald.

Sicuramente più che conosciuta dagli appassionati di escursionismo e scii, questa immensa zona, che si estende per più di 150 km, nasconde tra i suoi tipici abeti, che nascono solo ad alta quota, molte attrazioni e piccole sorprese che meritano decisamente una sosta. Si possono ricordare le numerose colline, i paesini romantici, belli proprio perché sembrano dimenticarsi del mondo, piccoli laghi, cascate e altre stranezze e altre particolarità di cui parleremo a breve.

Stoccarda si trova a nord della Foresta Nera, ma città ideali per intraprendere un’escursione tra uno dei 22.000 sentieri esistenti sono Friburgo e Baden Baden, entrambe posti che meritano di essere viste per la loro bellezza caratteristica e per il piccolo e personale assaggio di Germania che possono offrire.

Friburgo

Friburgo è il capoluogo della Foresta Nera. Città estremamente caratteristica, con un ottimo centro universitario grazie alla prestigiosa Albert-Ludwigs-Universität, che ha una media di 30.000 studenti in una città di circa 230.000 abitanti.

Monumenti che meritano una sosta sono il Rathaus, il municipio, e la piazza della cattedrale, che, con la sua torre campanaria, sormonta la piazza diventandone quasi un simbolo. Qui ogni giorno si tiene un mercato di prodotti agricoli estremamente caratteristico. Le bancarelle offrono i classici Bratwuerst, le grappe artigianali, le marmellate, le verdure e la frutta della zona ecc. Insomma, una vera goduria e pace per gli occhi.

Friburgo, inoltre, è la città dei canaletti per le strade ciottolate che corrono dovunque per l’Altstadt e ogni tanto si può incappare in una barchetta, che naviga tranquilla sotto i propri piedi guidata da teneri bambini che si divertono a farla scivolare sull’acqua per vedere fin dove la porterà la corrente. Le barchette colorate sono decisamente un piccolo souvenir simbolo della città e regalino perfetto se si vuole portare un pensierino a casa. Si possono acquistare per 2.50€ in uno dei qualsiasi stand e negozi che si trovano in centro e dare un tocco di colore alla vostra vacanza.

Staufen

Appena più a sud di Friburgo si trova una piccola cittadina, Staufen. Cos’ha di particolare questo piccolo paese dimenticato? Chi sa rispondere si può considerare un esperto o un appassionato di letteratura tedesca, perché Staufen è la città dove nel 1540 il famoso Doktor Faust spirò. È una piccola curiosità che può valere la pena di essere soddisfatta dando la possibilità di esplorare il cuore della Foresta Nera anche nei suoi più piccoli segreti.

Baden Baden

Altra città importante per la zona e completamente diversa è Baden Baden. Questo centro è conosciuto ancora oggi principalmente per la sua bellissima stazione termale. Le spa, infatti, sono da secoli motivo di vanto per la città che gioca proprio su di esse per incrementare il turismo. Nell’800 le terme erano la meta privilegiata dall’aristocrazia europea che voleva prendersi una pausa rilassante dallo stress degli affari di corte, delle giornate di caccia, dai banchetti e dalla mondanità in generale. Una sorta di capitale estiva europea.

Perché non prendersi quindi, dopo un pomeriggio a spasso per la Foresta Nera, una meritata sosta ristoratrice alle terme di Baden Baden?

Gutach

Gutach è invece un museo all’aperto delle case tipiche della Foresta Nera, costruite in legno scuro con i tetti di paglia. Una vera atmosfera da fiaba dei fratelli Grimm. Una piccola località dove concedersi una sosta, per sentirsi esattamente come i piccoli Hansel e Gretel alla ricerca della strada verso casa.

Triberg

Imperdibile è anche Triberg, una piccola cittadina di 5.000 abitanti dove si possono ammirare le cascate più alte della Germania (160m), generate dal fiume Gutach. Sono un vero e proprio spettacolo scenografico, perché i getti d’acqua si sviluppano su sette livelli su roccia granitica. Un must se vi trovate in zona nel periodo compreso tra aprile e ottobre, quando le cascate sono aperte. Altamente consigliata è l’escursione notturna, possibile fino alle 22.00, così da offrire un panorama mozzafiato, veramente da fiaba.

Triberg è anche famosa per gli orologi a cucù, simbolo della Foresta Nera, intagliati proprio con il legno dei suoi abeti.

Ultimo ma non meno importante è lo Schwarzwaldmuseum, il museo della Schwarzwald, dove si può vedere una ricca collezione dei famosi orologi ora citati, abiti tradizionali e il barocco santuario dedicato a Santa Maria dell’Abete, Maria in der Tanne, una sorta di santo patrono e protettrice della zona.

… E molto altro

Ma le particolarità della Foresta Nera non finiscono qui.
Sempre nell’area di Friburgo e Staufen ci sono delle miniere d’argento, oggi perfettamente visitabili. Gita ottima se si hanno anche dei bambini, così che possano vedere qualcosa di nuovo e istruttivo.
Insomma, è chiaro che la Foresta è ricca di piccole grandi sorprese che vanno scoperte e ancora di più vanno cercate. Provateci, non ve ne pentirete.

Diventa Fan dell'Oktoberfest su Facebook